Home > Africa / Asia / Europa > Mar Mediterraneo
Condividi su

Mar Mediterraneo, culla della civiltà

L'isola di Zante, Grecia   Il bacino del Mar Mediterraneo ha visto nascere e svilupparsi, millennio dopo millennio, alcune delle più importanti civiltà dell'umanità, come quella minoica sull'isola di Creta o ancora quella greca.

   I Fenici, popolazione semitica insediata in quello che è l'attuale Libano, si dedicarono con gran successo al commercio marittimo, spingendosi fino allo Stretto di Gibilterra ed oltre e fondando alcune importanti città sulle coste africane, in particolare Cartagine, che rivaleggò a lungo con Roma, prima di soccombere al termine delle tre guerre puniche.

   Il Mar Mediterraneo fa parte dell'Oceano Atlantico, a cui è collegato tramite lo Stretto di Gibilterra, ampio appena 14 chilometri, ed ha una superficie totale di 2,5 milioni di km², con uno sviluppo in larghezza di quasi 4.000 chilometri; bagna ben 3 continenti differenti, Africa, Asia ed Europa; il nome deriva dal latino mediterraneus, che significa 'in mezzo alle terre'.

   Dal 1869 è collegato anche al Mar Rosso e quindi all'Oceano Indiano, grazie al canale di Suez, una delle opere artificiali più importanti e strategiche mai realizzate dall'uomo.

   La profondità media è di circa 1.500 metri, col punto più profondo (Abisso Calipso, 5.270 m.) che si trova nel Mar Ionio, a circa 60 km al largo della costa sud-orientale del Peloponneso.

   In totale sono ben 21 i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, inclusi i due Stati insulari di Malta e Cipro; 11 si trovano in Europa, da ovest verso est Spagna, Francia, Monaco, Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Albania e Grecia (oltre alla già citata Malta); i restanti 10 sono equamente suddivisi fra Asia, con Turchia (che in piccola parte si colloca in Europa, nella Tracia orientale), Siria, Libano, Israele e Cipro ed Africa, con Egitto, Libia, Tunisia, Algeria e Marocco.

   Il Mediterraneo si suddivide in ulteriori mari, alcuni dei quali bagnano l'Italia, Mar Ligure, Mar di Sardegna, Mar di Sicilia, Tirreno, Ionio ed Adriatico; il Mar Egeo lo collega inoltre al Mar Nero, altro grande bacino dell'Oceano Atlantico, suddiviso fra Europa ed Asia.

   Diverse le grandi città che si affacciano sul Mediterraneo, come Barcellona in Spagna, Marsiglia in Francia, Napoli in Italia, la capitale greca Atene, quella libanese Beirut, Alessandria d'Egitto e le tre capitali africane Tripoli, Tunisi ed Algeri, oltre alla metropoli turca Istanbul, che si affaccia sul Mar di Marmara.

   Il Mar Mediterraneo è costellato di isole, le due maggiori sono in Italia, Sicilia e Sardegna, uniche a superare i diecimila chilometri quadrati di superficie, visto che Cipro, Corsica e Creta non raggiungono, seppur di poco, questa soglia; diversi anche gli arcipelaghi, fra cui ricordiamo le Baleari in Spagna e le Cicladi in Grecia, entrambi mete molto ambite dai turisti di tutto il Mondo.

   I Paesi che si affacciano su questo mare possono godere in parte o nella quasi totalità del loro territorio di un clima piuttosto favorevole, con estati secche, più o meno calde a seconda della zona ed inverni piovosi, ma molto miti, con temperature decisamente più confortevoli rispetto ad altre aree più interne non molto distanti, ma che risentono solo in minima parte della benefica influenza del Mediterraneo.