Home > Asia > Mar Caspio
Condividi su

Mar Caspio

La capitale dell'Azerbaigian, Baku, riflessa nelle acque del Mar Caspio   Nonostante il nome, il Mar Caspio è il lago più esteso del nostro Pianeta, con una superficie di oltre quattro volte superiore al bacino che occupa la seconda posizione, il Lago Superiore in Nordamerica.

   Il Mar Caspio si trova nella parte centro-occidentale dell'Asia, ad est di Mar Nero e Mar Mediterraneo; ha un'area di 371.000 Km², maggiore quindi a quella dell'Italia, il volume è di 78.200 Km³, mentre l'estensione è di ben 1.200 chilometri, con una larghezza media di circa 300 chilometri.

   Si tratta di un bacino endoreico e cioè senza sbocco nel mare; le sue acque sono salate, con valori di salinità che variano notevolmente da zona a zona, questa è quasi nulla nella parte settentrionale, in corrispondenza del delta del Volga, mentre aumenta nella parte meridionale (1,2%), a causa della forte evaporazione, ma rimane comunque di circa tre volte inferiore alla salinità del Mediterraneo, nel golfo di Kara-Bogaz-Gol raggiunge invece livelli eccezionali, attorno al 35%.

   Il Mar Caspio, così come il Lago d'Aral, il Mar Nero, il Lago Balaton ed il Lago di Neusiedl, si sono originati 5 milioni di anni fa, quando un sollevamento tettonico isolò l'allora mare Paratetide; l'evaporazione successiva ridusse la massa d'acqua di questo mare chiuso, lasciando così solo una manciata di bacini scollegati fra di loro.

   Data l'estensione e le sue caratteristiche fisiche il Caspio è definito un mare chiuso da alcuni geografi; non presenta nessun emissario, ma riceve l'apporto di alcuni importanti fiumi europei o asiatici, primo fra tutti il già citato Volga, oltre all'Ural sempre da nord, al Kura ed al Terek da ovest.

   La profondità del bacino varia dai 6 metri massimi nella parte settentrionale, dove Ural e Volga avanzano di qualche metro di anno in anno, fino a ben 1.025 metri nella zona meridionale; un'altra interessante peculiarità del Mar Caspio è che esso si trova sotto il livello del mare, a -28 metri per l'esattezza.

   Il Caspio è suddiviso politicamente fra 5 Paesi, la Russia, l'Iran, il Kazakistan, il Turkmenistan e l'Azerbaigian, con la capitale Baku che si sviluppa lungo le sue sponde ed è anche il centro maggiore sul lago, assieme a Machackala, capoluogo della Repubblica autonoma russa del Daghestan.

   Già nel 1870 vennerò scoperti nel Mar Caspio dei giacimenti di idrocarburi, con lo sfruttamento iniziato una cinquantina d'anni dopo e proseguito in misura maggiore dopo la Seconda Guerra Mondiale; questa situazione ha portato ad un livello di inquinamento piuttosto elevato del lago, che riceve inoltre le acque non proprio cristalline del Volga, il quale attraversa diverse aree industriali russe; un altro problema è legato all'introduzione di specie ittiche aliene per favorire l'industria della pesca, che però ha portato ovviamente alla riduzione progressiva della fauna locale.