Home > Asia / Europa > Russia > Volga
Condividi su

Volga, il fiume più lungo d'Europa

Il Volga presso Saratov   Il Volga, grazie ai suoi 3.531 chilometri di lunghezza, è il fiume più lungo d'Europa; a differenza del Danubio esso scorre interamente in un unico Paese, la Russia, e solamente nella sua parte europea; interessante l'origine del suo nome, che secondo la versione più accreditata deriverebbe da un termine proto-slavo che significa 'umidità'.

   Le sorgenti si trovano ad appena 228 metri d'altezza, nelle basse colline del Valdaj, nell'oblast di Tver, a circa 350 chilometri a nord-ovest della capitale Mosca, non serve quindi molto prima che il fiume diventi navigabile per tutto il resto del suo corso, ciò succede infatti da Ržev in poi.

   Oltre ad essere il più lungo fiume europeo, il Volga è anche quello col maggior bacino idrografico ed anche la maggior portata, che nei mesi primaverili diventa molto importante (fino a 5-6 volte più della media), a causa del disgelo che avviene nella parte alta e media del suo corso, oltre che nei suoi affluenti; gran parte del suo corso ghiaccia infatti durante i mesi invernali.

   Dopo la Seconda Guerra Mondiale il corso di questo fiume ha subito importanti modifiche, sia per permettere lo sviluppo del sistema di navigazione interno, che per generare energia idroelettrica con la costruzione di diverse dighe, le quali hanno portato alla formazione di alcuni dei maggiori laghi artificiali d'Europa, come il Bacino di Samara (6.450 Km²) e quello di Rybinsk (4.580 Km²); una conseguenza di queste opere ingegneristiche è stato l'accorciamento del Volga, passato da 3.694 Km agli attuali 3.531 Km.

   Il sistema di navigazione legato al Volga si è sviluppato nei decenni successivi, portandolo ad essere uno dei principali di tutto il Mondo; attualmente attraverso questo fiume un'imbarcazione può infatti partire dal Mar Baltico, attraversare il Lago Ladoga (il più esteso del continente) e raggiungere Mar Nero oppure il più grande lago del Mondo, il Mar Caspio, in cui sfocia il Volga.

   Kama (1.805 Km) ed Oka (1.500 Km), i due maggiori affluenti del Volga, sono a loro volta fra i dieci corsi d'acqua più lunghi in Europa, questo fa si che la larghezza del Volga diventi piuttosto ampia procedendo verso la sua foce a delta nel Mar Caspio, dove una miriade di rami fanno terminare la corsa del fiume, che però avanza di anno in anno verso sud, grazie a tutti i sedimenti trasportati; la sua foce ha un altro primato in Europa, è infatti la massima depressione del continente, poichè si trova a -28 metri sotto il livello del mare.

   Sulle sponde del Volga sorgono alcune delle maggiori città della Russia europea, come Kazan, Nižnij Novgorod, Samara e Volgograd, tutte sopra il milione di abitanti; se siete interessati ad una crociera fluviale, navigare lungo questo fiume potrebbe essere una buona scelta per scoprire questa parte di Russia, partendo magari da Mosca, anch'essa collegata al Volga tramite un canale artificiale.