Home > Europa > Serbia
Condividi su
Bandiera della Serbia
Repubblica di Serbia
Republika Srbija
   La Serbia si trova nei Balcani ed è praticamente quello che resta della ex-Jugoslavia, visto che dopo il Montenegro (2006) anche il Kosovo ad inizio 2008 ha proclamato la sua indipendenza (non ratificata però dalla Serbia). Il territorio è pianeggiante nella parte settentrionale, mentre diventa sempre più aspro andando verso sud, con montagne che superano i 2.000 metri; dopo le tensioni ed i conflitti per la disgregazione della vecchia federazione jugoslava la Serbia sta pian piano cercando di risollevarsi.
Forma di governo Repubblica presidenziale
Superficie 77.570 Km²
Popolazione 7.187.000 ab. (censimento 2011)
Popolazione 6.964.000 ab. (stime 2019)
Densità 90 ab/Km²
Capitale Belgrado (1.100.000 ab.)
Moneta Dinaro serbo
Indice di sviluppo umano 0,787 (67° posto)
Lingua Serbo (ufficiale), Ungherese
Speranza di vita M 74 anni, F 79 anni
Posizione in Europa

Confini:

Croazia e Bosnia-Erzegovina a OVEST
Ungheria a NORD
Romania a NORD-EST
Bulgaria ad EST
Montenegro a SUD-OVEST
Kosovo e Macedonia del Nord a SUD

GEOGRAFIA FISICA DELLA SERBIA

   La parte settentrionale della Serbia (Vojvodina) è pianeggiante, mentre a sud di Belgrado il territorio diventa collinare e montuoso, con alcune cime che superano i duemila metri, il Midzor (2.168 m.), nei Balcani al confine con la Bulgaria, è la vetta più alta del Paese.

   La Serbia è ricca di corsi d'acqua, il più importante è il Danubio (2.858 Km, di cui 588 in Serbia), con gli affluenti Sava (206 Km il tratto serbo, totale 947 Km), Tibisco (168 Km il tratto serbo, totale 976 Km) e Velika Morava (185 Km), a sua volta formata dalla Morava Occidentale (308 Km) e dalla Morava Meridionale (295 Km, compresi tratti in Macedonia del Nord e Kosovo); ad ovest scorre la Drina (220 Km in Serbia, totale 346 Km), che segna buona parte del confine con la Bosnia-Erzegovina, prima di gettarsi nella Sava.

   I laghi principali sono tutti artificiali, il maggiore è il Derdap (253 Km², 178 appartenenti alla Serbia, il resto alla Romania), lungo il Danubio, mentre quello naturale più esteso è il Lago di Palic (5,6 Km²).

   Il clima è continentale in buona parte del Paese; gli inverni sono freddi e le estati piuttosto calde, mentre le precipitazioni medie annue sono attorno ai 600-700 mm e si verificano durante tutto l'arco dell'anno, con un periodo più piovoso fra Maggio e Luglio.

GEOGRAFIA UMANA DELLA SERBIA

   La Serbia è suddivisa in 4 regioni, compresa quella della capitale Belgrado (1.100.000 ab.), le altre città principali sono Novi Sad (232.000 ab.), Nis (183.000 ab.) e Kragujevac (151.000 ab.); il tasso di urbanizzazione è del 56%.

   I Serbi (83,5%) sono la maggioranza della popolazione, seguono Ungheresi (3,5%), Rom (2%) e Bosniaci (2%); le religioni più professata sono quella ortodossa (85%), quella cattolica (5%) e quella musulmana (3%).

TURISMO IN SERBIA

   La capitale Belgrado è la meta più richiesta, ma anche nel resto della Serbia si possono trovare luoghi interessanti sia dal punto di vista culturale (come i monasteri di origine medievale) che paesaggistico.

   Siti web turistici: Ente Nazionale del Turismo della Serbia In Italiano
   Testi ed Articoli: Il Danubio, dal cuore dell'Europa al Mar Nero

Belgrado vista dall'alto, grazie a queste belle inquadrature (audio in inglese).



Belgrado