Home > Europa > Croazia > Laghi di Plitvice Condividi su  

   Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice

    Testo e fotografie: Raul Montoleone

Panorama dei laghi inferiori di Plitvice   Si tratta di uno dei Parchi Naturali più suggestivi e spettacolari d'Europa, è abbastanza vicino al Nord Italia, dista infatti circa 250 Km da Trieste e quindi una meta facilmente raggiungibile dal nostro Paese.

   Il Parco è stato istituito nel 1949, fa parte della lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO dal 1979 ed ha una superficie protetta complessiva di 330 Km²; la sua peculiarità è la presenza di 16 laghi in successione tutti situati ad altitudine differente, collegati fra loro da numerose cascate alte da pochi metri fino ad un massimo di 78 metri.

Una delle tante cascate del Parco   Questa regione si è originata 280 milioni di anni fa ed è rimasta sommersa fino a circa 25 milioni di anni fa, in quell'arco di tempo si sono accumulati un gran numero di sedimenti marini organici (resti di piante ed animali) che hanno dato origine a rocce calcaree di diversa consistenza e durezza. In seguito all'emersione della regione i principali agenti atmosferici, vento, acqua, ed in particolare il ghiaccio durante le glaciazioni del Pleistocene, hanno modellato l'ambiente di tipo carsico, ricco quindi di grotte, canyon, ruscelli sotterranei.

   La formazione dei laghi di Plitvice è avvenuta però in seguito, grazie ad una roccia organica, il travertino, che ha creato una serie di dighe naturali e quindi determinato la nascita dei 16 laghi attuali. Il Fiume Nero ed il Fiume Bianco, che poi confluiscono nel Korana, sono ricchi di sali calcarei (carbonato di calcio e carbonato di magnesio), che la vegetazione riesce a condensare, dando origine al travertino, pensate che ogni anno le dighe si innalzano di circa 1 centimetro grazie a questo processo naturale.

Uno dei laghi superiori di Plitvice   I laghi (jezera in croato) sono suddivisi in due gruppi, laghi superiori e laghi inferiori, il primo (Prošcansko jezero) si trova ad un'altitudine di 636 metri, l'ultimo (Novakovica brod) a 503 metri; il maggiore è il Kozjak (0,81 Km²), che si può attraversare con un battello, alcuni sono invece minuscoli, ma altrettanto affascinanti.

   Esistono numerose possibilità di visita, della durata di poche ore fino a diversi giorni per un'esplorazione più completa, oltre ai sentieri che percorrono i boschi e lambiscono le rive dei laghi e le cascate, ci sono diversi tratti costituiti da passerelle di legno che attraversano i laghi cristallini; la fauna è data da uccelli, lupi, orsi, linci, caprioli, pipistrelli ed altri animali.

   Il Parco è visitabile tutto l'anno, con diversi prezzi a seconda delle stagioni, per il soggiorno si trovano hotel, campeggi, stanze private, può inoltre essere l'occasione per una gita di una giornata se si è in vacanza sulle coste croate; tutte le informazioni si trovano sul sito ufficiale, così come sui tanti siti turistici dedicati alla Croazia, spesso disponibili anche in lingua italiana.

   Bel video da cui si intuisce la bellezza di questi luoghi:






 Articoli e pagine correlate
   Croazia
   Isole Misteriose: Pag
   La Croazia nell'Unione Europea (1° Luglio 2013)



 Trova i migliori hotel in Croazia
Laghi di Plitvice
Dubrovnik
Zara
Isola di Losinj