Home > Europa > Danubio Condividi su  

   Il Danubio, Dal cuore dell'Europa al Mar Nero

    Testo/Foto: Raul Montoleone

Il Danubio a Budapest   Il Danubio è il secondo fiume più lungo d'Europa dopo il Volga, nasce nella parte sud-occidentale della Germania prima di dirigersi verso oriente e raggiungere il Mar Nero dopo ben 2.858 chilometri di corso.

   Anche se è distante come lunghezza dai maggiori fiumi mondiali ha comunque un primato, quello di bagnare più Nazioni, dieci, anche se la Moldavia per appena 570 metri! Nell'ordine si tratta di Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Serbia, Romania, Bulgaria, Moldavia ed Ucraina.

   Come detto in precedenza il Danubio nasce in Germania, ad una quota relativamente bassa, 1.078 metri sul livello del mare, dall'unione di Brigach e Breg, due brevi corsi d'acqua che nascono nella Foresta Nera e 'danno vita' al grande fiume nel comune di Donaueschingen.

   Dopo aver attraversato la parte meridionale della Germania, proprio sul confine, a Passau, il Danubio riceve le acque di Ilz e soprattutto Inn, uno dei suoi maggiori affluenti, che ne aumenta così decisamente la portata media.

   Sempre dirigendosi verso est il Danubio tocca varie città, in Austria Linz e la capitale Vienna, che in passato grazie a questo importante fiume ha potuto sviluppare un fiorente commercio sia verso la parte occidentale dell'Europa, che verso quella orientale; qualche decinda di chilometri dopo anche la capitale slovacca Bratislava.

   Poco prima di Budapest c'è il primo importante cambio di direzione col fiume che taglia in due l'Ungheria da nord a sud, prima di riprendere il suo orientamento verso oriente, che sarà quello preponderante fino ad una quarantina di chilometri dal Mar Nero in Romania, dove il Danubio risale verso nord prima di terminare finalmente la sua corsa con un delta fitto di canali ed isole; in precedenza tocca la sua ultima capitale, Belgrado, in Serbia.

   Vista la lunghezza del fiume i paesaggi attraversati sono molteplici, ad esclusione di quelli prettamente montani; il Danubio è inoltre quasi interamente navigabile, se si eccettua il primo tratto tedesco fino ad Ulm.

   Uno dei paesaggi più pittoreschi lo possiamo osservare nella Wachau in Austria, vallata inserita nel Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, ricca di vigneti e che conserva tuttora i caratteristici aspetti medievali di un tempo.

   Un altro tratto molto interessante ed in cui si può imbarcarsi per una crociera alla scoperta di 3 capitali europee è quello fra Vienna, Bratislava e Budapest, in Ungheria in particolare il Danubio si insinua fra alcune colline formando delle spettacolari anse, prima di raggiungere la maggiore città, nonchè capitale del Paese, nata dall'unione di Buda e Pest, città separate fra loro proprio dal Danubio e collegate attraverso diversi ponti, fra cui il celebre Ponte delle Catene; trovate diverse foto incentrate sul Danubio nella nostra galleria fotografica dell'Ungheria.

   Dopo una porzione di corso abbastanza tranquilla fin oltre la capitale serba Belgrado, il Danubio si inoltra in una zona più turbolenta, lungo il condine serbo-rumeno e che segna la divisione fra Carpazi e Balcani, le Porte di Ferro, una serie di gole in cui il fiume si stringe ed in cui si trovano falesie a strapiombo sul Danubio alte fino a 500 metri; in quest'area è stata completata nel 1972 la costruzione di una diga che ha innalzato di conseguenza il livello dell'acqua del fiume, allargandone anche il letto.

   Poco prima di Tulcea, in Romania, il Danubio si ramifica in tre rami dando origine ad un vasto delta, ricchissimo di flora e fauna, specialmente uccelli, qui si trova infatti una delle più importanti aree mondiali di sosta lungo le rotte migratorie. Il Delta del Danubio è Patrimonio dell'Umanità dal 1991, con quasi 3.000 Km² strettamente protetti.

   Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede un turismo di tipo ecologico e che si sposa benissimo con questo grande fiume, il cicloturismo, ovviamente servirebbe molto tempo per un viaggio completo lungo le rive del Danubio, ma già una settimana sarà sufficente per assaporare i suoi paesaggi e panorami, grazie anche alla presenza capillare di piste ciclabili, in special modo in Germania ed Austria.




 Articoli e pagine correlate
   Fiumi europei