Home > Geografia ed Attualità > Libia, Cirenaica e Tripolitania Condividi su  

   Libia, Cirenaica e Tripolitania
   
(pubblicato il 23/02/2011)

   La Libia è il 4° Stato più esteso dell'Africa (1.757.512 Kmq), ma a causa del suo territorio in gran parte desertico presenta una densità di popolazione molto bassa, con circa 6 milioni di abitanti, per la maggior parte concentrati sulla fascia costiera.

   Allontanandosi verso l'interno clima ed ambiente si fanno sempre più ostici, ma nella stessa capitale si raggiungono anche i 45° in estate; non esistono fiumi e laghi perenni, ma soltanto uidian che si gonfiano di acqua nella stagione delle piogge.

   Le coste libiche sono bagnate dal Mediterraneo e distano circa 420 Km dal sud della Sicilia; l'Italia ha assunto un ruolo molto importante nella storia di questa Nazione, visto che a partire dal 1912 e fino alla Seconda Guerra Mondiale ne ha occupato il territorio, in particolare durante il periodo fascista gli italiani ammontavano ad oltre 100.000; comunque già i Romani avevano colonizzato parte della Libia, ne abbiamo testimonianza da alcuni monumenti come il teatro di Sabratha e Leptis Magna; l'indipendenza è stata raggiunta nel 1951 e dal 1969, grazie ad un colpo di stato militare, al comando del Paese troviamo il colonnello Gheddafi.

   Come detto in precedenza la popolazione si concentra quasi esclusivamente nelle due regioni costiere: Cirenaica ad EST e Tripolitania ad OVEST, mentre la parte sudoccidentale (Fezzan) è scarsamente popolata, dato che è interamente occupata dal deserto del Sahara, che si estende comunque anche nelle parti interne delle altre due regioni.

   La rivolta scoppiata in questi giorni nel Paese nordafricano è partita dal capoluogo della Cirenaica Bengasi, che conta 650.000 abitanti ed è la seconda città più popolata dopo la capitale Tripoli; Bengasi si affaccia sul Golfo della Sirte ed è anche il secondo porto libico più importante, nella parte più orientale della Cirenaica verso l'Egitto si trova Tobruk, città salita alla ribalta durante la Seconda Guerra Mondiale per via del lungo assedio italiano e tedesco contro le truppe alleate.

   La capitale Tripoli si trova nella regione che prende il suo nome (Tripolitania), a meno di 200 Km dal confine con la Tunisia, altro Paese scosso dalle proteste in queste ultime settimane. Tripoli è anche la città più popolata, oltre 1.500.000 di persone considerando l'area urbana, accoglie quindi 1/4 di tutti i libici.

   L'economia attuale della Libia è basata principalmente sullo sfruttamento delle risorse petrolifere, che hanno consentito un buono sviluppo economico negli ultimi decenni, soprattutto se confrontato alla media dei Paesi Africani.

Raul Montoleone




 Articoli e pagine correlate
   Libia